Filtraggio dei contenuti e diritto d'autore

Molto interessanti le conclusioni che l’Avvocato Generale della Corte di Giustizia UE ha formulato nella causa Scarlet (ex Tiscali Belgium) VS la Sabem, cugina belga della SIAE:
Quest’ultimo, infattio propone alla Corte di giustizia di dichiarare che “il diritto dell’Unione vieta ad un giudice nazionale di emanare, sulla base di una disposizione di legge belga, un provvedimento che ordini ad un fornitore di accesso ad Internet di predisporre, nei confronti della sua intera clientela, in abstracto e a titolo preventivo, esclusivamente a spese di tale fornitore e senza limitazioni nel tempo, un sistema di filtraggio di tutte le comunicazioni elettroniche che transitano per i suoi servizi (in particolare mediante l’impiego di software peer-to-peer) per individuare, nella sua rete, la circolazione dei file elettronici contenenti un’opera musicale, cinematografica o audiovisiva sulla quale un terzo affermi di vantare diritti, e in seguito di bloccare il loro trasferimento, a livello della richiesta o in occasione dell’invio.
Per ogni approfondimento rinvio direttamente alla lettura del comunicato stampa, che potete trovare qui:
http://curia.europa.eu/jcms/upload/docs/application/pdf/2011-04/cp110037it.pdf

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *