Licenze Open Source

Lo ammetto: ho sempre avuto una particolare predilezione per i software licenziati con licenza GPL. Se esiste un’alternativa “libera”, la uso.

La licenza GPL assicura che chiunque possa averne il permesso di uso, copia e distribuzione, in forma modificata o meno, gratis o a pagamento del relativo software.

Per consentire ciò la licenza impone che il relativo codice sorgente sia sempre disponibile.
Il termine “open source” è molto spesso usato con lo stesso significato di software libero, pur non rappresentando esattamente la stessa categoria di software, essendo questo soggetto a differenti termini.

“Può la mia digital agency vendere o trasferire ogni diritto su un sito web realizzato con WordPress?”

Mi sono occupato dei profili giuridici del software open source e della determinazione dei profili di proprietà intellettuale ad esso relativi, con particolare riferimento alle opere derivate.